capodanno-genova.com - cenoni, feste, discoteche, hotel, agriturismi, tutto su come passare il capodanno a Genova e provincia

Ville e Castelli Capodanno a Genova

Cerca i migliori eventi con cenone in Villa o Castello per Capodanno a Genova e dintorni

Scopri Ville e Castelli per passare il cenone di Capodanno a Genova e nelle vicinanze. Un evento eccezionale in luoghi storici preparate per festeggiare l'anno nuovo.

Vedi anche:

Per avere maggiori informazioni su Ville e Castelli per Capodanno a Genova e dintorni, contattaci tramite il form qui sotto.

Siete alla ricerca di un Capodanno romantico che vi catapulti nel passato? Genova è la città che fa per voi.

Il capoluogo ligure era storicamente una repubblica marina e vanta un riconoscimento, nel 2006, dall’ UNESCO come patrimonio mondiale dell’umanità per il suo centro storico.

Passeggiando tra le vie Genovesi del centro storico verrete catapultati nel lontano ‘500-‘600 ovvero a quando la Repubblica di Genova era all’apice del suo successo. Alcuni personaggi di spicco dell’aristocrazia fecero costituire in queste zone un sistema di vie che oggi è culturalmente conosciuto come le strade nuove e che potrete visitare gratuitamente.

Quali sono i castelli a Genova e provincia?

Nella provincia è possibile visitare numerosi castelli di straordinaria bellezza ma tre sono quelli in grado di rubare i vostri ricordi.

Il primo castello che si consiglia di visitare è Castello della Pietra, situato non lontano dal casello stradale di Isola del Contone, si erge su una piccola altura ed è possibile accedervi attraverso un sentiero lungo circa 150 metri. Non conserva arredamenti dell’epoca ma è possibile ammirare la sua architettura e seguire la sua storia attraverso dei cartelli posti nelle sale principali che la guida spiegherà.

Il secondo castello, non per bellezza, che vogliamo portare alla vostra attenzione è Castello Crocefieschi. Situato anch’esso nella periferia e erto su una piccola altura, è di straordinaria bellezza. Caratterizzato dalla presenza di un canyon naturale scavato dal fiume Vobbia il castello è incastonato in una roccia ed è famoso per il meraviglioso paesaggio fiabesco di cui si circonda.

Infine, ma non per importanza, Castello Spinola-Mignacco. Erto in prossimità della A7, il castello, presenta delle volte con riporti dipinti tra il periodo barocco e il romanticismo. Ottimo luogo per passeggiate e per lasciarsi trasportare in un periodo storico ricco di pomposità dell’alta società.

Quali sono le Dimore e Ville storiche a Genova e provincia?

Passeggiando per il centro storico vi troverete dinanzi a meravigliosi palazzi come, ad esempio, quello che oggi ospita il comune (Palazzo Doria-Tursi) o quelli introdotti nel progetto dell’UNESCO per la rivalutazione della città sotto il nome di sistema dei palazzi e dei rolli. Molti palazzi sono stati ristrutturati e adibiti ad Hotel, dove potrete godervi una magica notte catapultati in una passata realtà, ma in maggior numero sono i palazzi adibiti a uffici pubblici o Musei.

Ai primi posti del progetto di rivalutazione dell’Unesco troviamo il Palazzo Doria-Spinola, che oggi ospita la prefettura, ed è visitabile solo esternamente. Famoso è il cortile rinascimentale posto all’esterno mentre internamente vanta una selezione di affreschi cinquecenteschi.

Di spicco è il Palazzo Carrega-Cataldi, oggi sede della camera di commercio di Genova, che vanta una decorazione immersa tra cinquecento e settecento. Al periodo cinquecentesco sembrerebbero appartenere le cornici al piano terra o i riquadri affrescati che rappresentano Apollo Citaredo; mentre ad una fase settecentesca sembrerebbero appartenere la famosa sala dorata e la numerosa selezione di affreschi che adornano i soffitti nonché la Vergine con Bambino di Puget oggi conservata al Museo di Sant’agostino.

Numerosi sono i palazzi, oltre quelli citati, che oggi sono visitabili attraverso percorsi turistici ben strutturati. Tra i siti visitabili, tre sono quelli di spicco:

Palazzo Negrone, situato in Piazza delle Fontane Marose che ospita una meravigliosa mostra di arte Barocca;Palazzo Bianco, situato in via Giuseppe Garibaldi, all’interno del quale vi è una galleria d’arte gratuita. La prima a volere che il Palazzo divenisse una galleria d’arte civica e aperta a chiunque fu la Duchessa di Galliera e ancora oggi mantiene questa ultima sua volontà. Tra le opere che ospita questa galleria vi sono, ad esempio, la Madonna della candela di Luca Cambiaso, l’Ecce Homo di Caravaggio e Venere e Marte di P.P Rubens ed insieme a queste tante altre. Dulcis in fundo, Il palazzo Reale di Genova, commissionato dalla casata Savoia nel 1765-1831 e ceduto successivamente a Vittorio Emanuele III e divenuto nel ‘900 un Museo di arti decorative. All’intero vi troverete di fronte ad una sala degli specchi, simile per fama, a quella della Reggia Francese del Re Sole.

Per godere al meglio di questa esperienza consigliati sono i tour che la città offre per visitare il centro storico e che seguono principalmente quattro tematiche differenti. Il primo tour è “i palazzi dei rolli”, contrassegnato in rosso sulla mappa turistica che offrono i punti informazioni, questo permette la visione di 40 palazzi storici appartenuti a famiglie aristocratiche genovesi e culmina nel centro storico all’inizio del quale è possibile visionare una cartina che indica i 14 palazzi più importanti nella zona.

Il secondo tour è “nel cuore della superba”, contrassegnato in verde sulla cartina turistica, e si svolge in una passeggiata nel cuore dei ‘caruggi’.

Il terzo percorso, contrassegnato in arancione, è “la città navale” e prevede una passeggiata che parte dai portici sul retro di Palazzo San Giorgio e prosegue verso Campo Pisano, per poi rientrare attraversando piazza Matteotti, via San Lorenzo e la loggia di Banchi.

Infine, il quarto tour, contrassegnato di blu, è “la cia dei cavalieri” che si svolge tra la Stazione Marittima e Palazzo Grimaldi. All’interno del percorso si attraversa anche la via dello Shopping.

Nel corso del vostro tour, di dovere è un pit stop presso le locande del centro storico o in qualche focacceria dove potrete gustare la tipica focaccia al formaggio genovese.

Numerosi sono i negozietti dove potrete acquistare il famoso pesto genovese che, contenuto in barattoli decorati è un souvenir alternativo con cui arricchire la propria tavola.

Perché passare il Capodanno in Ville storiche e Castelli a Genova e provincia?

La città offre uno scenario favolistico in cui immergersi per evadere dalla quotidianità di cui si riempirà l’anno che si va ad incoronare. Sarà possibile passeggiare sul lungomare della città ammirando l’orizzonte o addentrarsi nell’entroterra del centro storico per lasciarsi sognare piuttosto che vivere e questo vi regalerà un attimo di sogno nel quale vorrete sempre tornare.

CONTATTACI

Inserisci il Codice di sicurezza:
9340
back to top